>

Spaghetti con le seppie - ChocoLove - Blog di pasticceria e cucina amatoriale di Francesco Di Lena

Blog, di pasticceria e cucina amatoriale, di Francesco Di Lena - Benvenuti, sono le di
Vai ai contenuti
CUCINA > PRIMI
Spaghetti con le seppie
Gli spaghetti con le seppie  sono un classico primo piatto a base di pesce, dal forte sapore e profumo di mare, perfetto per una cena estiva; un primo piatto delizioso e abbastanza rapido e si possono usare sia le seppie fresche sia quelle surgelate.
Ingredienti
300 gr di spaghetti
400 gr di seppioline
una cipolla
2 spicchi di aglio
olio q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
prezzemolo q.b.
Preparazione
1 Pulite le seppie e tenete da parte la vescichetta con l'inchiostro, se usate le seppie surgelate dovrete fare a meno di questo ingrediente.
2 Tritate la cipolla e l'aglio e fateli soffriggere in un tegame antiaderente con 3 cucchiai di olio.
3 Quando saranno dorati aggiungete le seppioline tagliate a pezzetti, oppure intere se sono quelle piccoline.
4 Rosolate le seppie per 5 minuti, unite sale e pepe .
Consigli:
Potete aggiungere a piacere del pomodoro fresco oppure salsa di pomodoro.
5 Mescolate bene, coprite con il coperchio e fate cuocere per 20 minuti.
6 A questo punto unitre l'inchiostro e continuate la cottura per altri 10 minuti.
7 Nel frattempo portate a ebollizione abbondante acqua salata e lessate gli spaghetti, scolateli al dente.
8 Mettete gli spaghetti nel tegame con le seppie e fate saltare insieme per qualche minuto.
9 Distribuite la pasta nei piatti e completate con una macinata di pepe fresco.
10 Servite gli spaghetti ben caldi e se volete decorate con qualche ciuffo di prezzemolo.

Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione che venga sempre inserito un link a questo sito.                      Copyright © Francesco Di Lena

Torna ai contenuti