>

Bonci - ChocoLove - Blog di pasticceria e cucina amatoriale di Francesco Di Lena

Blog, di pasticceria e cucina amatoriale, di Francesco Di Lena - Benvenuti, sono le di
Vai ai contenuti
Pizza Senza Impasto Bonci Gabriele: il maestro della pizza! Impasto pizza fatto a mano in modo semplice e veloce.  Pizza croccante, molto alveolata e saporita. Pizza senza impasto. Impasto pizza ricetta di Bonci

Pizza Senza Impasto Bonci Gabriele, diciamolo la cosa più antipatica del fare la pizza in casa è l’impasto e capita di gettare la spugna prima di iniziare. Con la pizza senza impasto Bonci possiamo fare in casa una saporitissima pizza SENZA IMPASTO! Vero, pizza senza impasto! Basta unire gli ingredienti e mescolare velocemente, 3 minuti e l’impasto della pizza senza impasto Bonci è pronto! Cosa chiedere ad una pizza fatta in casa? Velocità di esecuzione, una buona lievitazione, che sia leggera e digeribile, molto alveolata, croccante e facile da fare. Ebbene, tutto questo lo ritroverete nella pizza senza impasto Bonci. Un impasto molto idratato con una lunga maturazione in frigo di un giorno ed è proprio la maturazione lenta  in frigo che la rende digeribile e croccante, con questa procedura ci possiamo permettere di aggiungere all’impasto una piccola dose di lievito, il gusto ci guadagna e anche la nostra digestione. . Importante per la buona riuscita della pizza senza impasto Bonci è il tipo di farina, io ho utilizzato la W 260 ideale per pizza, pane e prodotti da forno che richiedono fino a 24 ore di lievitazione lenta.
Pizza Senza Impasto Bonci Gabriele a lunga maturazione

Ingredienti:
◾1 kg di farina W 260 oppure w 350 in sostituzione farina manitoba
◾30 g di sale ( ricordate: la dose del sale per la pizza è di circa il 3% del peso della farina)
◾800 ml di acqua tiepida non calda altrimenti inibisce il lievito( questo è un impasto idratato all’ 80% del peso della farina)
◾6 g di lievito di birra
◾2 cucchiai di olio evo
◾farina di semola rimacinata per lavorare l’impasto

Procedimento: Tabella di marcia:
◾Si impasta alle 19.00 e si mette in frigo. Alle 17.00 del giorno successivo, si toglie dal frigo e si fa riposare per 1 ora . Alle 18.00 si stende l’impasto e si sistema nella teglia, alle 21 siamo pronti a cuocere le pizze

1.Far scaldare leggermente l’acqua ( NON deve essere calda ma tiepida). In una ciotola sciogliere il lievito in circa metà dell’ acqua tiepida. Nell’altra metà di acqua aggiungere l’olio,  il sale e mescolare.
2.Unire il lievito sciolto alla farina e iniziare ad impastare con un cucchiaio, incorporare anche l’altra metà dell’acqua e continuare a mescolare per 3 minuti. L’impasto deve risultare molto idratato, omogeneo ma non liscio perchè non lavorato
3.Far riposare l’impasto coperto per circa 10 minuti.
4.Passato il tempo, rovesciare la pasta su un piano lavoro spolverato con farina di semola ( non bisogna usare farina 00 perchè  si incorpora all’impasto e non facilita la lievitazione, al contrario quella di semola rimacinata ci aiuta a lavorarlo senza aggregarsi all’impasto) .
Fare le pieghe: stendere l’impasto con le mani e chiuderlo a libro. Girare l’impasto e stenderlo nuovamente a rettangolo, chiudere a libro. Farlo solo per due volte in totale. Questa operazione serve a far asciugare l’impasto e a rafforzare la struttura del glutine che favorirà la lievitazione. Dopo aver fatto le pieghe procedere con la pirlatura: con la mani far roteare l’impasto sul piano lavoro per renderlo più tondeggiante
6.Sistemare l’impasto in una ciotola capiente spennellata con olio evo,distribuire sull’impasto un filo leggero di olio evo, coprire con pellicola e riporre in frigo nella parte bassa per circa 20 ore.
7.Trascorso il tempo tirar via l’impasto dal frigo, dividerlo in panetti ( a seconda la teglia da utilizzare) e non IMPASTARLI NUOVAMENTE. Far riposare l’impasto a temperatura ambiente per circa 1 ora.
8.Stendere l’impasto rigorosamente con le mani su un piano lavoro infarinato con semola rimacinata. Su di una teglia aggiungere un filo di olio evo e con la mani distribuirlo uniformemente
9.Trasferire l’impasto con delicatezza nella teglia ben oliata, coprire con pellicola e far riposare per circa 3 ore in un luogo tiepido. Se tutto è andato bene si noteranno le bolle
10.Riscaldare il forno a più di 200 °C.
11.Condire la pizza a piacere e cuocere in forno per circa 10 minuti posizionando la teglia sulla parte bassa, trascorso il tempo trasferire la teglia a metà altezza.
12.Cuocere fino a cottura e doratura.

Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione che venga sempre inserito un link a questo sito.                      Copyright © Francesco Di Lena

Torna ai contenuti